15 marzo 2007

Un'idea che mi sembra valida

MESSAGGIO IMPORTANTE!

Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto sovente, in occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono portatile. Tuttavia, in occasione di interventi, non si sa chi contattare tra la lista interminabile dei numeri della rubrica.

Gli operatori delle ambulanze hanno lanciato l'idea che ciascuno metta, nella lista dei suoi contatti, la persona da contattare in caso d'urgenza sotto uno pseudonimo predefinito.

Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE (=In Case of Emergency).

E' sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona da contattare utilizzabile dagli operatori delle ambulanze, dalla polizia, dai pompieri o dai primi soccorritori.

In caso vi fossero più persone da contattare si può utilizzare ICE1, ICE2, ICE3, etc.

Facile da fare, non costa niente e può essere molto utile.

Se pensate che sia una buona idea, fate circolare il messaggio affinchè questo comportamento rientri nei comportamenti abituali!



Ringrazio P.C. per questo contributo

3 commenti:

m1979 ha detto...

Grazie della segnalazione...si tratta di un problema a cui non avevo mai pensato...e poi è una notizia utile per tutti...speriamo solo che nessuno chiami il mio ice!

Matteo Mazzoni ha detto...

L'ICE è solo una proposta... E' chiaro che ha risvolti discutibili... Per esempio è molto probabile che un incidente che rende una persona incapace di telefonare o di comunicare un numero di telefono renda anche inservibile il cellulare che porta con se... Inoltre, essendo l'ICE solo una proposta, i soccorritori non sono stati istruiti a cercarlo nei telefoni degli infortunati... E poi la priorità, in caso di incidente, è soccorrere gli infortunati stessi... E poi per rendere i numeri ICE immediatamente reperibili, li si dovrebbe inserire in memoria preceduti da un numero: il primo numero da chiamare come 1-ICE, il secondo come 2-ICE e così via...

m1979 ha detto...

Ma le applicazioni potrebbero essere importanti del tipo chiedere informazioni sul gruppo sanguigno, allergia a particolari medicine e così via...una proposta da prendere in considerazione secondo me!