23 ottobre 2007

Capita quando capita?

CAPITA QUANDO CAPITA
Capita quando capita
che non conosce limiti
cosi'
come un temporale in Africa
e te ne accorgi subito
che non ti puoi difendere
lo sai
e ti metti in pace l'anima
Lei ti spiazza ad ogni mossa
e non ti e' successo mai
pero' stavolta e' proprio diverso
Fino a ieri ci ridevi
avevi le tue strategie
con tutto sempre sotto controllo
Arriva lei
di quale razza non lo sai
comunque lei
e ti domandi come mai
soltanto lei
ti confonde le idee
dal cuore in giu'...
Capita quando capita
e il cuore fa l'acrobata
su e giu'
senza rete e senza regole
e ti riscopri fragile
con la coscienza in bilico
su e giu'
tra chi sei e vorresti essere
Dire basta che ti costa
tanto tutto poi s'aggiusta
e aggiungi un altro nome alla lista
ed invece e' un chiodo fisso
e' lei che fa la differenza
e non riesci piu' a farne senza
Arriva lei
chi l'avrebbe detto mai
comunque lei
che ti trasforma e non lo sai
soltanto lei
ti confonde le idee
di piu' di piu'...
Capita quando capita
e' una questione chimica
se c'e'
tutto il resto e' inevitabile
cambi le carte in tavola
fai danni irreparabili
ma sai
che ti meriti di vivere
di vivere
E il primo non sei tu
nemmeno l'ultimo
che prova a dire di no
ma senza farcela
Se l'amore punta su te
puoi fare quello che vuoi
tanto ci cascherai
Capita quando capita
ma se succede e' il massimo
che poi
sembra quasi di rinascere
Io l'ho capito subito
che stavi per sconvolgermi
e son qui
sono pronto per arrendermi
arrendermi

Pooh

2 commenti:

Gabriele ha detto...

I Pooh?
Vecchio Mattè, ma da quando in qua sei un conoscente delle canzoni di questo gruppo a tal punto da postarne un testo?
Comunque a me piacciono e una delle loro canzoni che preferisco è "che vuoi che sia".
Chi non la conosce l'ascolti (sopratutto chi ha avuto il cuore spezzato)

Matteo Mazzoni ha detto...

@gabriele: non sono un conoscitore dei Pooh, ma certe loro canzoni mi piacciono... Questa mi piace anche per quello che dice, per come parla dell'amore che nasce... Il tono fatalista della canzone, se ci fai caso, viene invece messo un po' in dubbio dal punto interrogativo nel titolo (caratteristico, per di più, di altri titoli dei miei post)... "Che vuoi che sia"? L'ascolterò...