11 novembre 2007

L'amianto

Raccolgo l'invito di m1979 (che rispondeva all'appello di Feowyn) e invito chi mi legge a ricordarsi dell'ancora tutt'altro che risolta questione dell'amianto. L'amianto, materiale resistente al calore e alla corrosione e caratterizzato da una struttura filamentosa, è stato usato molto a lungo per produrre cemento-amianto (eternit), per coibentare edifici, tetti, navi (come le portaerei classe Clemenceau), treni, come materiale per l'edilizia (tegole, pavimenti, tubazioni, vernici), nelle tute dei vigili del fuoco, nelle auto (vernici, parti meccaniche), ma anche per la fabbricazione di corde, plastica e cartoni. Solo di recente, però, ci si è resi pienamente conto della sua grande pericolosità. Infatti le sue polveri, respirate, provocano l'asbestosi, il mesotelioma pleurico e dei bronchi e il carcinoma polmonare. In Italia l'uso dell'amianto è proibito dal 1992, ma ne restano da smaltire quantità enormi...

Quanto segue è parte del documentario "Indistruttibile" di Michele Citoni sui lavoratori delle fabbriche di eternit del Monferrato.

2 commenti:

m1979 ha detto...

Ti segnalo anche il blog di andrea... stà portando avanti una buona causa! http://arrakis.vh5n1.org/
Ciao!! :-)

Matteo Mazzoni ha detto...

@m1979: grazie per la segnalazione...