06 dicembre 2007

A proposito di Marco Ahmetovic (parte seconda e spero ultima)

Alessio Sundas spiega così in un comunicato sul suo sito il senso dell'iniziativa di cui parlavo ieri e che aveva suscitato un vasto moto di indignazione:

Non mi fermerò fino a quando non verrà portata in parlamento la proposta legge dove vieta alle persone coinvolte in un reato o condannate di partecipare a programmi televisivi e farli entrare nel mondo dello spettacolo.
Quando è iniziata la mia provocazione ho subito annunciato che il mio era solo un test e che sarei riuscito nell’arco di pochissimo tempo a far diventare un killer una star ma come ho sempre detto dall’inizio e continuerò a ripeterlo non sono io che ho fatto diventare Marco Ahmetovic un vip ma è colpa del sistema italiano.
Le persone da me citate che sono state messe in questa Lista Sundas (Marco Ahmetovic, Annamaria Franzoni, Alberto Stasi, Azouz Marzouk, Amanda Knox, Patrick Lumumba, Raffaele Sollecito, le gemelle di Garlasco, Corrado Rigamonti,Cristiano Sandri) sono persone che non devono trarne nessun beneficio economico e né diventare ospiti di trasmissioni televisive.
Azouz Marzouk è stato arrestato per spaccio di droga e dopo lo sterminio di tutta la sua famiglia( il caso di erba) né ha tratto un beneficio ed è diventato una star al punto che lo vogliono come testimonial e ospite a programmi televisivi guadagnando somme ingenti di denaro, ma quello che è successo oggi ha dell’incredibile che conferma in pieno ciò che io da un anno ho sempre sostenuto, le persone che commettono un reato e coinvolte in un reato non possono diventare una star.
E ora è stato nuovamente arrestato e sapete quale sarà il futuro? Grazie al sistema guadagnerà ancora più soldi.
Il sistema deve essere fermato e io lo fermerò!
Si sveglia anche la Lega dove propone che i soldi guadagnati da assassini che diventano famosi grazie ai loro omicidi siano confiscati e messi a disposizione dei giudici che possono disporre, a seguito di una richiesta di risarcimento danni, che questi soldi siano consegnati ai familiari delle vittime.
A questo punto mi permetto di dire che è merito mio se la Lega è arrivata a questa conclusione, anche se questa proposta a me pare non opportuna, non dovrebbero neanche avere la possibilità di partecipare a trasmissioni e trarne beneficio, non si dovrebbe descrivere l’accaduto come una fiction televisiva, non si dovrebbero mostrare le foto delle persone coinvolte in stile modello, ballerina o attore bensì si dovrebbe mostrare una semplice foto della carta d’identità o la foto eseguita al momento dell’arresto con il classico numero da detenuto.
La proposta va modificata come dico io, anche perché per esempio nel caso Franzoni i soldi ricavati dalla sua notorietà andrebbero devoluti direttamente a lei?
E i soldi non dichiarati come li controllerebbero?

Ufficio stampa
3922351610
0654832824


Credo anch'io che persone indagate (o peggio ancora condannate) per gravi crimini non debbano diventare delle star e che non si debba in alcun modo lucrare su delle tragedie. Però la "provocazione" del Sundas mi lascia comunque un po' perplesso...

10 commenti:

Neottolemo ha detto...

Perplesso è dir poco. E mi perplime anche il fatto che io non so fare una ricerca sul web...
Chiedo venia.

Matteo Mazzoni ha detto...

@neottolemo: chiedi venia, ma io mica ce l'ho... Che ricerca sul web volevi fare? Magari posso darti una mano... Io trovo molte cose sul Web, soprattutto quelle che non cerco...

Antonio Candeliere ha detto...

Sono d'accordo con te. Purtroppo stiamo assistenda alla spettacolarizzazione dei crimini. Dove si finirà?

Matteo Mazzoni ha detto...

@antonio candeliere: più che chiedermi dove si finirà, a volte mi preoccupo di dove siamo già arrivati...

Neottolemo ha detto...

Caro Matteo, mi riferivo alla ricerca che avrebbe dovuto darmi Sundas come risultato.

Ad ogni modo è risaputo da tempo che il miglior modo di diventare famoso è spaccare la testa a qualcuno. Senz'altro ci si becca una prima pagina ed una menzione nel sommario del Tg1.
Dopo si va in galera, si. Ma nemmeno è detto... Siamo pur sempre in Italia.

Matteo Mazzoni ha detto...

@neottolemo: penso che molti sarebbero contenti di non trovare Sundas... Per il resto hai perfettamente ragione, purtroppo...

Piccolo Spazio Pubblicità ha detto...

Ciao Pinocchio!
Che sorpresa... che ci fai nel tuo blog?
Credevo ti avessero rinchiuso nella lavanderia e buttato via la chiave! :D
A proposito di queste tue grandi perplessità notavo quanto ti sei dato da fare: il link di Sundas, il suo comunicato bello evidenziato, i numeri di telefono... manca solo una bella foto a torso nudo come ho visto piace fare a voi. :)

Vuoi vedere che è pubblicità occulta? Ci sei portato come già ti avevo detto a proposito di qualcun altro. Cosa avrai in cambio? Foto tessere gratis?
Guarda te cosa non si farebbe per risprmiare!

Ti auguro buon lavoro...

:)

Matteo Mazzoni ha detto...

@piccolo spazio pubblicità: ho evidenziato il testo perché si potesse vedere cosa era mio e cosa no... Mi sembrava che fosse necessario fermare l'appello di cui parlavo nel post precedente (e invece continua allegramente a circolare)... Il giudizio che esprimo sull'iniziativa del Sundas non è certo lusinghiero e quindi non potrebbe certo pagarmi per parlare di lui in quel modo... Il link al suo sito e i suoi numeri di telefono potrebbero benissimo essere usati per esprimergli delle critiche...

Francesca ha detto...

Comunque sono andata avanti con le ricerche su Sundas... ora sono veramente allibita perchè ho scoperto che lo ha fatto solo in vista delle elezioni del 2009 a Firenze.

Ho scritto un post sul mio blog se vi va di passare,
alltrimenti visitate: http://www.listaalessiosundas.com/

ma nel farlo vi prego non fatevi venire istinti omicida... soprattutto se siete "communisti" come dice il Silvio Nazionale!

Matteo Mazzoni ha detto...

@francesca: non voglio arrabbiarmi... Preferisco lasciar perdere...