29 dicembre 2008

Il Cammino di Santiago e questa mostra meritano un post a se stante

Mostra fotografica
di
Roberto Spina
nato a Firenze il 18.08.1979

IL CAMMINO DI SANTIAGO.
foto1 "Il cammino è la vita presa con totale libertà d'azione se accetti di stare in solitudine con te stesso e con la natura che ti circonda. Significa ascoltarsi, sentire i propri bisogni, camminare in armonia con il proprio ritmo. Partire per una meta e affidarsi alle proprie sensazioni senza avere la certezza di cosa si andrà in contro giorno dopo giorno...
Un'esperienza incredibile che dà l'opportunità di guardarsi dentro e capire ciò che è superfluo e distrae la nostra capacità di esprimere noi stessi."

dal Diario "Il mio cammino" - Roberto Spina
INAUGURAZIONE
Domenica 28 Dicembre 2008 ore 16:30

ESPOSIZIONE
dal 28 Dicembre 2008 al 6 Gennaio 2009

ORARIO APERTURA
pomeriggio: 29-30 Dicembre
1-2-3-5-6 Gennaio ore 16.00 / 19.00
mattina: 4 Gennaio ore 9.30 / 13.00
foto2
foto3 PRESSO:
Parrocchia S.Bartolomeo in Tuto
via Salvemini, Scandicci FI
tel.:055-252741
e-mail: segreteria@sanbartolomeointuto.it
bus: Linea 16 fermate Marzoppina (da Firenze)
e Moro 04 (da Scandicci)

Volantino: davanti - retro
Presentazione storica del Cammino di Satiago
La leggenda narra che, nell'anno 813 d.c. un eremita fù attirato in un luogo indicato da una pioggia di stelle (campus stellae); venne così scoperta la tomba contenente i resti dell'apostolo Giacomo (Santiago). Appreso questo evento le popolazioni locali iniziarono un pellegrinaggio verso il luogo, al punto che il Re delle Asturie decise di costruirvi una piccola basilica.
Da ogni angolo d'Europa arrivarono Santi, Nobili e Re, avventurieri e mendicanti seguendo la via lattea e attraversando il versante Nord-Ovest della Spagna.
Nacquero così paesi e città, furono costruite strade e ponti, e si svilupparono servizi per sostenere il pellegrino.
La tradizione è sopravvisuta attraverso i secoli e "El Camino" è stato definito dall'Unione Europea il primo itinerario culturale europeo e in seguito Patrimonio Mondiale dell'Unesco. Ancora oggi dopo oltre un millennio, ogni anno circa 10.000 pellegrini compiono il percorso, una straordinaria esperienza che segna la vita e arricchisce lo spirito di ogni persona.

2 commenti:

*Alidiluna* ha detto...

Matteo...
Matteo...Matteoooo....oh insomma in mezzo ai 2000 pellegrini mi senti?
Volevo farti gli auguri...
Buon anno!!!

Ps...andrò a vederla ...si!

Giulia

Matteo Mazzoni ha detto...

@alidiluna: buon anno, Giulia! E arrivederci...