30 dicembre 2008

L'ultimo meme dell'anno?

Un meme semplice semplice per finire l'anno in bellezza (?). Definisci il 2008 con una frase. E siccome nei meme seri non esiste "armiamoci e partite", comincio io.

Non ho capito...

Invito ad esprimersi anche Francesca, Marco, Giulia, Wolf, Claudio, Valerio, Simone, Amos, Alessio, Pablo e chiunque voglia.







6 commenti:

Anonimo ha detto...

Carissimo Pinocchio,
asecondadicometialzilamattina amico dei giorni più lieti, questa è la mia frase 2008:

è stato bello ma è durato poco...

Contro la puzza di inganno e falsità che il prossimo sia un anno "areato".

Firmato

Anonimo Chiunque Voglia, membro del C.I.D.A.T.E.L.P.S.

(Comitato per l'Incoraggiamento alla Diffusione dell'Anonimato quale Tutela e Espressione della Libertà di Pensiero e Scrittura).

ps: apri la finestra e leva il colbacco!

Matteo Mazzoni ha detto...

@anonimo: che intendi per "areato"? Il CIDATELPS è una bella idea, troverà seguaci...

Anonimo ha detto...

Voleva essere gioco di parole anche se forse un po' astruso.
"Area" intesa come spazio aperto ma anche come luogo circoscritto, delimitato e preciso che in quanto tale risulterebbe sicuramente più facile da "aerare" (vedi richiamo a "dare aria").

Mi piaceva l'idea di un anno all'insegna della "regola aurea" da imporre con ingegno ma che sia (in quanto tale) moralmente etica ed equilibrata.
Affascinante la giustizia intesa come arma a doppio taglio: prima o poi arriva implacabile e spietata, non gli si può sfuggire.
:)
Anonimo

Matteo Mazzoni ha detto...

@anonimo: grazie, ora ho capito (forse)...

Sonia ha detto...

Di solito la domenica scrivo sempre qualcosa nel mio blog ma stasera mi fa fatica.

Pensavo allora di fare come ai vecchi tempi, quando ero ospite fissa del tuo blog, massì dai!

Ce l'hai sempre quel poggiapiedi? Siccome avevo in mente qualcosa di lungo me lo presti un attimo?

Sembra OT ma aspetta di leggere fino alla fine.

Allora senti quando studiavo in Francia strinsi una bella amicizia con una ragazza di Venezia e, ancora oggi, durante l'anno ci sentiamo regolarmente.

Una ragazza stupenda, brava, bellina di faccia, un po' cicciottina ma che "chiappa" tanto (è il caso di dirlo :D) perché c'ha quel modo di fare fascinoso che non si impara: o ce l'hai o t'attacchi!

E poi si sa che ad un uomo gli piace avere qualcosa da "ciacciare" in quei momenti, ma questo è un discorso che ha a che fare con la psicologia maschile che tende sempre a cercare il lato materno ecc.. scusa sto divagando!

Che carino mi stai preparando il thè! Ce l'hai nero di cylon al limone del mercato equo-solidale? (il thè intendo) buonissimo!

Insomma dicevo, è un pochino "pottona" (e d'altronde ne ha la possibilità) ma le piace proprio mostrare di avere la macchina da stra-fica ultimo modello ed essere vestita sempre "in tiro".

Nonostante questo suo lato "materiale" è molto generosa e quando vado a Venezia mi ospita a casa sua (abita al Lido) e davvero non mi fa mancare niente!

Prima di Natale mi ha chiamato e mi ha detto che s'era messa con un giovane antiquario e com'era contenta! Mi sono preoccupata un po' perché diceva che questo tipo le aveva fatto un sacco di promesse e figuriamoci... Un uomo che ti fa le promesse è come finire un pasto di classe con una zuppa inglese a base di polpo! Che c'azzecca?

Cmq ho smesso di dare consigli e raccomandazioni perché tanto è bene che la gente ci batta la testa. Non c'è niente di meglio di una bella pedata ben piazzata per imparare a vivere...

Io vado pazza per il vintage, l'antiquariato e l'usato in genere proprio perché è "vissuto" e qualche volta mi concentro su oggetti che ho acquistato per riuscire a sentire le vibrazioni di chi ce l'aveva prima che lo comprassi... è una cosa strana lo so ma davvero riesce a darmi tante emozioni!

Ora questa mia amica ha detto che sarebbe scesa a Firenze e mi ha assicurato un regalo speciale per suggellare la nostra amicizia.

A me interessava vedere lei, non il regalo, ma ha insistito tanto e ne ha parlato anche agli amici comuni con un entusiasmo che sembrava mi avrebbe portato un chiodo della croce di Cristo!

Dopo Natale abbiamo organizzato una cena e al momento di aprire il regalo eravamo tutti curiosi ed emozionati.

Ma sto thè arriva o no?

Bellissimo e tutto luccicante questo orologino vecchio ma restaurato alla perfezione e con un bel cinturino "d'oro".

Ehhh...troppo! Lì per lì ero proprio in imbarazzo ma più che per me le era servito anche per pavoneggiarsi agli occhi degli altri. Il suo regalo faceva scomparire i "pensierini" che ci eravamo scambiati noi fiorentini.

Non se se l'hai mai visto il Notre Dame de Paris di Cocciante. Bellissimo io lo conosco a memoria e l'ho visto a Verona, una cosa straordinaria, da brivido.

C'è, alla fine del primo atto una canzone che canta Gringoire che si chiama "Fatalità" ed è proprio quello che è successo.

Passa il prezioso regalo nelle mani di quello: bellooooo... e di quell'altro: fineeeeee... all'improvviso è "rotolato" sotto al mobile del lavello di cucina.

Sorpresa, smarrimento e tanto panico dopo, il più giovane tra noi si è piegato e l'ha raccolto.

Non ti dico come ci siamo rimasti quando abbiamo visto che la parte "d'oro" si era scheggiata e sotto c'era un materiale color rame.

Una patacca!

Ora, se fosse successo a me in solitudine certo non sarei andata a dirle niente, non l'avrei mai fatto! Ma lì davanti a tutti!

Poverina! Mi è dispiaciuto tanto perché c'è rimasta malissimo... in fondo era stata beffata anche lei e dal nuovo fidanzato per giunta!

Ma quello che le ha dato più fastidio non è stata la fregatura dal fidanzato, quanto il fatto di aver magnificato qualcosa di insulso valore passando per coglionazza!

Ecco ha detto proprio: ci sono cascata come una coglionazza!

Questa mia esperienza mi ha convinto che faccio bene a credere nei proverbi:

1) le bugie hanno le gambe corte

2) non è tutto oro quello che luccica

Ognuno di noi, poi, ha i propri tempi per imparare, quindi, se tu senti il bisogno di "capire" qualcosa di te stesso, credimi, è già tanto!

Prenditi allora tutto il tempo che ti necessita per riuscirci e fai attenzione a non scambiare la giustizia con la vendetta.

:)

Grazie del thè, dell'ospitalità e del poggiapiedi!

Stammi bene.

ps: ahò non metterti strane idee in testa, noi non siamo amici, lo sai che non andiamo d'accordo e che ti trovo irritante.

La mia è solo carità cristiana!

Sonia

Matteo Mazzoni ha detto...

@sonia: grazie per la tua carità cristiana... Mi è piaciuto moltissimo leggere il tuo racconto (nel senso di "cosa raccontata", non di fiction) e sulla battuta sul chiodo della Croce sono scoppiato a ridere... E ridere fa tanto bene... Grazie!