07 gennaio 2009

Sono io, siamo in tanti...



Meredith Brooks "Bitch"


4 commenti:

Sonia ha detto...

Ohhh, ora sì che ti riconosco!
È ricominciato lo spettacolo!
:)
Stai meglio eh?

Devi aver saputo che ho un minuscolo bagnetto e cucinotto in paradiso e vuoi farmi guadagnare un bel terrazzino... provvedo subito!

Il testo è piuttosto banale perché, anche se le caratteristiche caratteriali indicate appaiono abbastanza comuni, sono invece riscontrabili soprattutto in certe fasi della vita in cui si ha a che fare con:

confusione mentale
indolenza
profonda insicurezza

Quest'ultima si manifesta spesso con la ricerca esasperata di "considerazione narcisista", anche con il rischio di apparire dei rompicoglioni e/o provocatori.

I suddetti attributi sono dovuti (probabilmente) ad esperienze passate traumatizzanti e ad una certa stronzaggine di base usata come strumento difensivo di un eventuale animo sensibile.

Per quanto mi riguarda, se mi puntassero una pistola alla tempia e fossi quindi costretta a cercare una sorta di identificazione direi che il termine puttana inteso letteralmente "non me somiglia pe' niente".

L'unica eccezione (sempre nel mio caso) è da intendersi come parola che stimola e accresce l'eccitamento durante un eventuale e acceso dibattito erotico con il partner con cui si è costruito un rapporto sentimentale stabile.

Tò.

O vedrai se col tempo non ci metto anche il pozzetto per lavare a mano!
:)

Matteo Mazzoni ha detto...

@sonia: fai dei commenti interessanti, ai quali è difficile replicare...

Sonia ha detto...

E allora non farlo!
Pensa che quel furbacchione di Vasco c'ha scritto una canzone (una delle mie preferite, tra l'altro).
E va bene così...

Matteo Mazzoni ha detto...

@sonia: ok, va bene così...